Pubblicità
10.5 C
Livorno
7.9 C
Roma
PubblicitàAruba Fibra veloce

LIVORNO

PubblicitàYousporty - Scopri la collezione

LIVORNO CULTURA

HomeLivornoIn chiusura di rassegna arrivano gli appuntamenti di LeggerMente OFF, dal 20...

In chiusura di rassegna arrivano gli appuntamenti di LeggerMente OFF, dal 20 luglio

PubblicitàAcquario Livorno - Festeggia il tuo compleanno
GAIAITALIA.COM LIVORNO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Battute finali per la rassegna letteraria di Villa Fabbricotti, insieme ai tre appuntamenti con autori del territorio che danno voce a LeggerMente OFF. Giovedì 20 luglio, alle ore 19.00, Manlio Bigeschi porta sul palco il suo La processione (Erasmo, 2023), terzo e ultimo episodio della saga ambientata a  Montecumoli che, dopo Notte fonda (Erasmo, 2020) e Fuoco di Paglia (Erasmo, 2022) vede il ritorno dei protagonisti Chiara, zia Idilia e di tutti gli altri personaggi del piccolo paese toscano. Il bosco, un’allucinazione e un nido di bruchi inquietanti fanno riemergere le vicissitudini di due donne infelici e un sanguinoso delitto mai risolto.

Introducono l’incontro, per la Cooperativa Itinera, Carlo Neri, counselor, attore e regista e Linda Landi, giornalista e storica dell’arte.

Manlio Bigeschi nasce nel 1959 a Cartagena, Colombia, da padre italiano e madre statunitense. Completa gli studi all’Accademia di Brera e, nel 1977, si trasferisce a New York dove lavora nel settore pubblicitario e scrive per la rivista Tipping Corpse. Nel 2006 rientra in Italia, dove oggi vive e lavora.

Domenica 23 luglio, sempre alle ore 19.00, è la volta di Franco Poggianti che presenta Parigi 1911. Il furto della Gioconda e dintorni (Mauro Pagliai Editore, 2023). Introducono Enrico Mannari, giornalista e docente per l’Università LUISS; Simonetta Del Cittadino, attrice, autrice, docente e regista e Marie Odile Volpoet, traduttrice e docente.

Il libro di Poggianti ci riporta all’anno del più celebre tra i furti d’arte: “nel 1911 Parigi è il cuore pulsante dell’Europa, fra gli ultimi fuochi della Belle Époque e il devastante incendio della Grande guerra, si concentrano nella Ville Lumière scienziati, pittori, poeti, avventurieri, rivoluzionari, esuli, cercatori di gloria che faranno il Novecento. Da Picasso a Modigliani, da Marie Curie a Gertrude Stein a Anna Achmatova a Coco Chanel, da Lenin a Apollinaire, da Giuseppe Cei a Hélène Dutrieu, fino a quel Vincenzo Peruggia, l’oscuro operaio italiano autore di una missione impossibile: rubare il capolavoro leonardesco. Molti di loro, destinati alla fama, sono qui ancora degli sconosciuti, alla ricerca della propria strada, colti in questa narrazione come nella preistoria della loro vita”.

Franco Poggianti, giornalista e scrittore livornese, dopo l’esperienza all’Ufficio Stampa della Direzione nazionale del PCI durante la segreteria di Enrico Berlinguer, nel 1979 è assunto in Rai come inviato speciale, capo della redazione Toscana della RAI e vice direttore di RAI International. Ha tenuto corsi di giornalismo all’Università di Parma ed è autore di saggistica.

Tutti gli incontri sono a ingresso libero e gratuito ma è consigliata la prenotazione, per via dei posti limitati, al sito leggermente.eventbrite.it.

 

 

(19 luglio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 



TOSCANA