Pubblicità
10.5 C
Livorno
6.7 C
Roma
PubblicitàAruba Fibra veloce

LIVORNO

PubblicitàYousporty - Scopri la collezione

LIVORNO CULTURA

HomeFirenzeA Livorno torna “La Bella Estate. I Mestieri del Cinema”, dal 28...

A Livorno torna “La Bella Estate. I Mestieri del Cinema”, dal 28 luglio

PubblicitàAcquario Livorno - Festeggia il tuo compleanno
GAIAITALIA.COM LIVORNO anche su TELEGRAMIscrivetevi al nostro Canale Telegram

Riparte la rassegna “La Bella Estate. I Mestieri del Cinema” quinta edizione, promossa dalla Biblioteca Labronica di Villa Maria, Centro di documentazione sulle arti dello spettacolo, e organizzata da Cooperativa Itinera. L’iniziativa presenta l’incontro con operatori del cinema – registi, sceneggiatori, attori, truccatori, scenografi, scrittori e critici – che con le loro interessanti testimonianze svelano al pubblico i meccanismi che portano all’ideazione e realizzazione di un film.

Prosegue in questo modo l’opera di divulgazione sul mondo delle arti dello spettacolo, e del cinema in particolare, che la biblioteca di Villa Maria svolge dalla sua apertura nel dicembre 2017 attraverso i materiali librari e multimediali, le conferenze e i seminari. La programmazione di quest’anno si apre con due eventi “Aspettando Effetto Venezia”:

  • venerdì 28 luglio alle ore 18.30 avrà luogo la presentazione del volume sulla storia dei circoli del cinema a Livorno a cura di Paolo Bruciati, ed edito da Sillabe, dal titolo Tutti al cinema appassionatamente. 75 anni di associazionismo a Livorno;
  • martedì 1 agosto il FIPILI Horror festival porterà a Villa Maria il video-artista e film-maker Yuri Ancarani. Le sue opere, nate da una commistione fra cinema documentario e arte contemporanea, sono state esposte in musei come il MAXXI e il Guggenheim e il suo film Atlantide è arrivato tra i finalisti ai David di Donatello 2022 come miglior documentario. Il film, presentato in anteprima alla 78ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia sarà proiettato alle 21.30 presso il Cinema Arena Fabbricotti.

Dopo la kermesse di Effetto Venezia, “La Bella Estate” ripartirà venerdì 11 agosto, sempre alle 18.30 con un ospite d’eccezione, Masolino D’Amico, critico teatrale, sceneggiatore e traduttore, figlio di Suso Cecchi D’Amico, una delle figure più rappresentative del cinema italiano. Al centro dell’incontro sarà la biografia-intervista di Suso Cecchi D’Amico “Storie di cinema e d’altro”, tornata in libreria per l’edizione Bompiani. Si tratta di un libro di ricordi personali e memorie, presentati sotto forma di dialogo con la nipote Margherita. Una emozionante testimonianza in cui la vita di Suso, e quella di registi e attori illustri, suoi amici e collaboratori, si dipana con garbo e ironia.

Venerdì 18 agosto tornerà Francesco Bruni, sceneggiatore per il cinema e la televisione, che nel 2011 esordisce alla regia con Scialla! (Stai sereno). Vinto il premio Flaiano per la sceneggiatura di Cosa sarà (2020), dal 2022 è alla regia e alla sceneggiatura di Tutto chiede salvezza, serie televisiva tratta dall’omonimo romanzo di Daniele Mencarelli, ora alla seconda stagione. In questo incontro illustrerà come funziona il cinema italiano oggi fornendo consigli utili per che volesse entrare a farne parte.

Lunedì 21 agosto sarà la volta dell’attrice Anna Ferraioli Ravel, protagonista del film I Fratelli De Filippo, con la regia di Sergio Rubini, e recentemente nelle sale con il film di Rocco Papaleo Scordato.

Giovedì 24 agosto sarà ospite la giornalista del cinema per eccellenza, Laura Delli Colli,  presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. Suoi i libri Monica: vita di una donna irripetibile  e Il gusto del cinema italiano e internazionale, un originale viaggio nel rapporto, anche sociologico, tra il gusto e lo schermo. Organizza i Nastri d’Argento del SNGCI  e numerose rassegne ed eventi di valorizzazione del cinema italiano all’estero.

Lunedì 28 agosto si parlerà di Boccaccio e di come le sue opere sono state recepite e utilizzate nel cinema, e in particolare in quello di Pier Paolo Pasolini, nel suo primo episodio della Trilogia della vita, Decameron del 1971. Marco Bardini, insegnante di Letteratura Italiana Contemporanea all’Università di Pisa presenterà il suo Boccaccio Pop, Usi riusi e abusi del Decameron nella contemporaneità, edito da ETS.

Mercoledì 30 agosto il regista e sceneggiatore David Grieco racconterà i suoi esordi, a diciassette anni, come assistente alla regia di Bertolucci e Pasolini, e come critico cinematografico e musicale per il quotidiano l’Unità. Nel 2016 ha firmato come regista il film dal titolo La macchinazione,  che affronta il caso irrisolto della morte di Pasolini. Il film, interpretato da Massimo Ranieri, sarà proiettato alle 21.30 al Cinema Arena Fabbricotti.

Domenica 3 settembre  con Roy Menarini, professore ordinario all’Università di Bologna chiuderà la rassegna. Come critico cinematografico ha scritto numerosi volumi e saggi. Insieme parleremo del pubblico del cinema, grazie a uno dei suoi ultimi lavori La grande illusione. Storie di uno spettatore, Mimesis Edizione.

Gli incontri vedranno la partecipazione di Fisar Livorno che anche quest’anno, in attesa della manifestazione «MarediVino 2023», e in collaborazione con le cantine del territorio, proporrà al termine di ogni evento la degustazione di vini, alla presenza dal produttore. Nello specifico prenderanno parte agli eventi: Cantina “Fortulla” di Castigliocello, Cantina “Sant’Agnese” di Piombino, Cantina “La Bulichella” di Suvereto, Cantina “La Tanna” di Collesalvetti, Cantina “La Regola” di Riparbella, Cantina “Usiglian del Vescovo” di Palaia.

La rassegna vede inoltre la collaborazione di FIPILI Horror Festival, Cinema 4Mori Arena Fabbricotti, e Libreria La Feltrinelli Livorno. Gli incontri hanno inizio alle 18.30 e sono a ingresso libero. Non è prevista la prenotazione. Per informazioni sugli eventi e gli ospiti è possibile telefonare allo 0586.219265.

L’iniziativa è promossa da Comune di Livorno – Biblioteca Labronica e realizzata da Cooperativa Itinera in collaborazione con FIPILI Horror Festival, Cinema 4mori, La Feltrinelli Livorno e Fisar Livorno, con la partecipazione di MarediVino e le cantine: Fortulla, Sant’Agnese, La Bulichella, La Regola, La Tanna, Usiglian del Vescovo.

VILLA MARIA – Centro di documentazione sulle arti dello spettacolo – Biblioteca Labronica, si trova in via F. Redi 22 – (ingresso anche da Via Calzabigi 54) a Livorno. Info: 0586 219265 | bibspettacolovillamaria@comune.livorno.it.

 

 

(24 luglio 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



TOSCANA